Nella bocca della tigre

Nella bocca della tigre è un concept-album prodotto dal rapper “Mondo Marcio”, caratterizzato dalla presenza di campionamenti di alcune canzoni interpretate e portate al successo da Mina tra le quali “Senza umanità”, pubblicata a suo tempo sia da Mina che dall’autore stesso. Contattato per la realizzazione di tale progetto, Anselmo Genovese ha dato entusiasticamente il consenso a “Mondo Marcio” per la rielaborazione del brano, che una volta rielaborato secondo quanto era nelle intenzioni del rapper, indossata la nuova veste di “La fiera della vanità” è stato infine pubblicato così come era anche nel desiderio di Mina che ciò avvenisse.
Per la cronaca, come da “Mondo Marcio” medesimo dichiarato alla stampa: questo concept-album è stato realizzato dopo aver inviato a Mina un brano in cui aveva inserito un pezzo di una sua vecchia hit, con Mina che ascoltatolo ne è rimasta entusiasta e contattatolo, l'ha invitato a realizzare l’analogo album “Nella bocca della tigre” con al suo interno il brano di Anselmo Genovese dal titolo “Senza umanità”.

La Fiera Delle Vanità

Testo

No, senza umanità questo giorno cosa, lascerà.

I miei segreti mi seguiranno fino alla tomba,
Comodo sul palco come un massone nell'ombra,
Fame? Più di te.
Pazzo? Uno c'è.
Non c'è Unicef, guarda nel futuro, Google Glass.
Canzoni di redenzione come Bob, ma il mio incubo peggiore è la Corea del Nord.
Qua spingono l'attenzione sui gol, sangue sui tuoi bot, nessuna uscita anche se è un exit poll.
Giuro, come Al Pacino grida: "Attica", pomeriggio di un giorno da cani, tutti matti qua. Beppe Grillo sembra attila, a volte la chiave per lasciare un segno è quella della macchina. 8 per 1000, quale carità, questo è il mondo delle imparità, corpi senz'anima, attori, nella fiera delle vanità, sono sporche di sangue quelle adidas, siamo senza umanità.

No, senza umanità, questo giorno cosa, lascerà.

Fin da ragazzino, a me l'italiano medio, ricorda Schettino. Da noi la prassi è farlo domani finchè vedi a terra Carlo Giuliani. Nel nome del padre del figlio e del bambino, che hanno trovato in quello sgabuzzino, che disastro, testa tra le mani, Lance Armstrong, Pantani.
Spera nel domani, ma volte quando torno a casa non mi salutano neanche i cani. Generazione senza sbatti, come puoi amare se impari a parlare in 140 caratteri. 2 padroni e tutti gli altri lavapiatti, italia succhiasangue chiama baffi. Serve un ammazza vampiri pure qua a scuola pompini per una ricarica, siamo senza umanità.

No, senza umanità questo giorno cosa, lascerà.

Questi fantastmi ogni notte,
non mi fanno dormire più,
li sento gridare forte,
so che li senti anche tu,
ombre di una luce che non è più qua,
e che ci ha lasciati senza umanità.

Senza fiato lasciami e poi, prenditi pure chi ti piace, se nemica non mi farai, la pace tua sarò.
Mina - Senza Fiato

Log in

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, utili al corretto funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento del sito acconsenti all'uso dei cookie.