Senza umanità - Mina

Anno di pubblicazione: 1985 Casa discografica: PDU
Header Disco

Ascolta un estratto del brano

Presentazione

Senza umanitàMina; presente nell’album “Finalmente ho conosciuto il conte draculadisco PDU distribuito dalla EMI pubblicato nel 1985. Interpretata in seguito - tre anni dopo - anche dall’autore Anselmo Genovese che l’ha inserita come facciata B nel singolo 45 giri prodotto dalla casa discografica canadese Peer Southern Music. Riadattata nel 2014 dal rapper Mondo Marcio con il titolo “La fiera delle vanità” è stata inserita nell’ultimo suo album dal titolo: “Nella bocca della tigre”.

Curiosità sul brano

Senza umanità, faceva parte di una rosa di canzoni selezionate per il primo album dell’Anselmo Genovese cantautore, ma che per tutta una serie di considerazioni riguardanti l’attività dell’autore stesso, artisticamente parlando fortemente attratto da Mina e, come da egli raccontato, guidato da alcuni sogni che ricorrenti gli mostravano l’interesse che questa grande artista avrebbe mostrato nei riguardi di alcuni suoi brani in seguito realmente confermatisi di grande successo, è stata volutamente tenuta in sospeso insieme ad altre canzoni destinate a far parte di quel suo primo album di cantautore. Che al contrario l’Anselmo Genovese autore, per le ragioni ampiamente spiegateci si rifiutò di realizzare.

Dalle parole di Anselmo Genovese: «Senza umanità, mette a nudo quell'aspetto di me neanche troppo nascosto che da sempre accompagna la mia vita: LA MALICONIA! Positivamente malinconico per natura, sempre alla ricerca della mia metà spirituale con cui coniugarmi per una maggiore conoscenza di me stesso, composi questo brano e, nello scriverlo musica e testo, mi confrontai un'altra volta con la mia anima. Infatti, quella a cui parlo metaforicamente come ad una donna, altri non è che questi. La mia anima di tanto in tanto viene a farmi visita e, in quell'occasione, in sintonia perfetta con me stesso e con la mia sofferenza scrissi ispirato quanto in quel momento stavo realmente provando, nel dover ogni volta assistere al suo ciclico allontanarsi da me: "... la speranza credi, è una farfalla che non fa rumore, che sbatte le sue ali ed in silenzio muore...e senza dire una parola la porta chiuderai lasciandomi da solo ormai...". Anche questa canzone come l'ebbi terminata mi piacque tantissimo. Ero speranzoso (con Mina non si è mai certi) che anche questa sarebbe piaciuta a Mina.».

Testo

No, senza umanità
questo giorno cosa lascerà
se la verità
dentro gli occhi chiusa resterà.
Se con un filo la mia vita
a te tu legherai,
dicendomi è finita ormai.

In silenzio vedi
qualcuno che ora più non ha parole
e stringe le tue mani
come il destino vuole
la speranza credi
è una farfalla che non fa rumore
e batte le sue ali
ed in silenzio muore
senza umanità.

No, senza umanità
questo giorno ora finirà
e senza dire una parola
la porta chiuderai,
lasciandomi da sola ormai.

In silenzio vedi
qualcuno che ora più non ha parole
e stringe le tue mani
come il destino vuole,
la speranza credi
è una farfalla che non fa rumore
e batte le sue ali
ed in silenzio muore
senza umanità.

In silenzio vedi
qualcuno che ora più non ha parole
e stringe le tue mani
come il destino vuole,
la speranza credi
è una farfalla che non fa rumore
e sbatte le sue ali
ed in silenzio muore.

L’inverno no, non porterò nel cuore, perdonerò, il cigno dell’amore un segno lascerà, il sole spegnerà le mie giornate e poi accenderà la luna, mi porterà, ti porterà fortuna;
Mina - Il cigno dell'amore

Log in

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, utili al corretto funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento del sito acconsenti all'uso dei cookie.