Tu Sola - Anselmo

Anno di pubblicazione: 1978 Casa discografica: Carosello
Header Disco

Ascolta un estratto del brano

Presentazione

Tu sola - Sempre un giorno; disco Carosello ci 20460 anno 1978. Arrangiamento orchestrale di Reddy Bobbio e Anselmo Genovese, partecipante al ventottesimo festival della canzone italiana risultando al 5° posto della classifica generale e vincitrice secondo il voto popolare espresso come da regolamento attraverso i quotidiani nazionali.

Curiosità sul brano

Dopo essere approdato al Festival di Sanremo del 1978, Anselmo Genovese con il brano Tu sola fu in procinto di vincerlo con il voto popolare espresso attraverso i più importanti quotidiani come “Il Corriere della sera”, “La Repubblica”, “La Stampa”, che riportavano Anselmo Genovese primo con 9500 voti e i Matia Bazar secondi con 4500. Risultato che - bloccato da un potenziale scandalo-montatura messo in piedi dalla concorrenza - il patron Vittorio Salvetti fu costretto a modificare a tavolino assegnando di comune accordo ad Anselmo Genovese il 5° posto nella classifica finale e provocando per questo, lo sconcerto dei direttori dei quotidiani coinvolti nell'episodio, che dovettero formulare le proprie scuse ai lettori che avevano espresso il loro voto secondo regolamento.
Anselmo Genovese ottenne in ogni caso con Tu sola il suo più grande riscontro discografico di cantautore. Ben 27 paesi acquistarono i diritti di produzione del disco che venne stampato in diverse lingue mentre in quella spagnola, giunse al primo posto in Spagna e in America Latina dove spopolò per alcuni mesi. La casa discografica di allora, con la quale stipulò un contratto anche editoriale, fu la Curci/Carosello, che allora era anche quella di Vasco Rossi, con il quale Anselmo Genovese condivise per qualche anno lo stesso produttore discografico, Mario Rapallo.

Il brano è presente in diversi album, tra i quali:
  • Ko
  • Bellissima dos
Tu Sola versione spagnola
Ko
Bellissima Dos

Versione in spagnolo

Testo

Io mi sentivo di essere un uomo felice con te
Tu sola come nessuno sapevi capire perché
Ma come un gioco ti perdo e guardarti che male mi fa
Perché se devo lasciarti l’amore più senso non ha

Tu, solo tu
E non pensare a niente facile sarà
Tu, solo tu
Domani nella mente un’altra, chi lo sa

Stasera stammi vicino, ti prego, rimani con me
Tu sola come nessuno puoi farmi restare con te
Ma come un gioco ti perdo e guardarti che male mi fa
Perché se devo lasciarti l’amore più senso non ha

Tu, solo tu
E non pensare a niente facile sarà
Tu, solo tu
Domani nella mente un’altra, chi lo sa
Domani nella mente un’altra, chi lo sa.

Video

Altre pubblicazioni del brano

Artisti che hanno inciso il brano

L'amore dice sempre a quelli come noi, io sono la certezza che non sbaglia mai; ma presto o tardi arriva l'ora di partire, con la tristezza antica di chi va per mare.
Ornella Vanoni - Il tempo di impazzire

Log in

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, utili al corretto funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento del sito acconsenti all'uso dei cookie.